In questa News parliamo di Ambiente

Il 3 luglio 2021 è entrata in vigore la Direttiva UE 2019/904 che vieta la vendita di alcuni prodotti di plastica nei paesi dell’UE; vediamo quali:

– posate e piatti di plastica monouso,

– cannucce di plastica,

– bastoncini cotonati con steli in plastica

– supporti per palloncini,

– plastiche ossi-degradabili e contenitori per alimenti e tazze in polistirolo espanso.

Gli Stati membri dovranno quindi garantire che determinati prodotti in plastica monouso non siano più immessi sul mercato comunitario.

Anche se la plastica svolge un ruolo utile nell’economia e trova applicazioni essenziali in molti settori, il suo uso sempre più diffuso in applicazioni di breve durata, di cui non è previsto il riutilizzo né un riciclaggio efficiente,si traduce in modelli di produzione e consumo sempre più inefficienti e lineari. La direttiva promuove approcci circolari che privilegiano prodotti e sistemi riutilizzabili sostenibili e non tossici, piuttosto che prodotti monouso, con l’obiettivo primario di ridurre la quantità di rifiuti prodotti.

Nell’UE, dall’80 all’85% dei rifiuti marini rinvenuti sulle spiagge sono plastica: di questi, gli oggetti di plastica monouso rappresentano il 50% e gli oggetti collegati alla pesca il 27% del totale. I prodotti di plastica monouso comprendono un’ampia gamma di prodotti di consumo frequente e rapido che sono gettati una volta usati, raramente sono riciclati e tendono pertanto a diventare rifiuti.


Clicca qui per scaricare la Direttiva UE 2019/904