01 Dic - 2021

Il Mobility Manager ha l’obiettivo di promuovere forme di mobilità sostenibili da un punto di vista ambientale, economico e sociale, con il conseguente cambiamento degli atteggiamenti e delle abitudini dei lavoratori.
Lo stesso D.I. 12/5/2021 ha definito le figure, le funzioni e i requisiti dei Mobility Manager Aziendali e Mobility Manager d’area. I primi sono figure specializzate, ai sensi dell'art. 5, nel governo della domanda di mobilità e nella promozione della mobilità sostenibile nell'ambito degli spostamenti casa-lavoro del personale dipendente. I secondi sono figure specializzate nel supporto al comune territorialmente competente, presso il quale è nominato ai sensi dell'art. 5, comma 3, nella definizione e implementazione di politiche di mobilità sostenibile, nonché nello svolgimento di attività di raccordo tra i Mobility Manager aziendali.

Lo strumento con il quale il Mobility Manager opera è il Piano degli Spostamenti Casa Lavoro (PSCL), reso efficace dalla corretta interazione degli attori coinvolti nelle fasi di elaborazione e implementazione. Affinché le misure previste nel piano siano effettivamente realizzate è necessario un coordinamento costante tra il Mobility Manager e le strutture interne di gestione delle risorse finanziarie e strumentali, quali il Mobility Manager aziendale, il direttivo aziendale ed i dipendenti.

Il PSCL deve essere adottato in ogni ente o azienda con singole unità locali con più di 100 dipendenti ubicate in un capoluogo di Regione, in una Città metropolitana, in un capoluogo di Provincia ovvero in un Comune con popolazione superiore a 50.000 abitanti per mezzo di apposito atto/provvedimento secondo le regole proprie di ciascuna unità organizzativa interessata, entro il 31 dicembre di ogni anno.

Tuttavia, il Decreto 12 maggio 2021 dispone che, in fase di prima applicazione, i PSCL dovranno essere adottati dalle imprese e pubbliche amministrazioni interessate entro e non oltre il prossimo 23 novembre 2021. I PSCL, una volta adottati, dovranno essere trasmessi al Comune territorialmente competente entro i successivi 15 giorni, il quale poi – con il supporto del Mobility Manager d’area – individua, d’intesa con il singolo Mobility Manager aziendale, possibili modifiche al PSCL medesimo nell’ottica di una sua migliore implementazione.

Clicca qui per scoprire le Linee guida ai sensi del Decreto Interministeriale n. 179 del 12 maggio 2021

Ti potrebbe anche interessare Mobilità sostenibile e redazione del Piano di Spostamento Casa Lavoro (PSCL)