07 Apr - 2020

Vengono riassunte le prime note operative emanate dall’Inail sull’attualissima questione legata al contagio da Covid-19 nei luoghi di lavoro con equiparazione ad “infortunio sul lavoro”.

L’Inail ritiene che per certe categorie di lavoratori non sanitari (es.  i lavoratori che operano in front-office, alla cassa, addetti alle vendite/banconisti e tutti quei lavoratori che operano a costante contatto con l’utenza) possa essere applicata la PRESUNZIONE di contrazione del virus sul luogo di lavoro ai fini dell’accertamento dell’infortunio (sul lavoro).

Ciò stante, occorre porre particolare attenzione all’adozione all’interno dell’azienda dei protocolli anti-contagio (clicca qui)  che costituiscono, ad oggi, l’unica barriera di difesa di fronte ad eventuali richieste risarcitorie avanzate dai dipendenti contagiati (o loro aventi causa).

Circolare Inail n. 13 del 3 aprile 2020

Sospensione dei termini di prescrizione e decadenza per il conseguimento delle prestazioni Inail. Tutela infortunistica nei casi accertati di infezione da coronavirus (SARS- CoV-2) in occasione di lavoro. Decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18 “Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19”. Articolo 34, commi 1 e 2; articolo 42 commi 1 e 2, all'articolo 34, commi 1 e 2.

La Circ. n.13  dispone che nei casi accertati di infezione da coronavirus (SARS-CoV-2) in occasione di lavoro il medico certificatore redige il consueto certificato di infortunio e lo invia telematicamente all’Inail che assicura, ai sensi delle vigenti disposizioni, la relativa tutela dell’infortunato. Le prestazioni Inail nei casi accertati di infezioni da coronavirus in occasione di lavoro sono erogate anche per il periodo di quarantena o di permanenza domiciliare fiduciaria dell’infortunato con la conseguente astensione dal lavoro. I predetti eventi infortunistici gravano sulla gestione assicurativa e non sono computati ai fini della determinazione dell’oscillazione del tasso medio per andamento infortunistico di cui agli articoli 19 e seguenti del Decreto Interministeriale 27 febbraio 2019. La presente disposizione si applica ai datori di lavoro pubblici e privati.


Scarica il testo integrale in pdf.